Carmelo Miceli: “Mai si era visto un Governo che fa fuori per decreto il magistrato che ha chiesto il processo per il vicepremier “

La legalità cinque stelle si ferma, come al solito, alla poltrona

438

Il deputato del Partito democratico Carmelo Miceli, componente della commissione Giustizia della Camera e segretario dem di Palermo, in riferimento all’articolo 3 del Decreto che affiderebbe le indagini sui migranti esclusivamente alle procure di Palermo e Catania ha dichiarato:  “La norma ad personam contro il capo della procura di Agrigento, reo di aver indagato Salvini sul caso Diciotti e di non eseguire i diktat fuori legge del Governo in tema di migranti, sarebbe un atto di gravità inaudita, dagli evidenti profili incostituzionali, e richiamerebbe i tempi delle leggi ad personam di Berlusconi, stavolta col timbro M5s. Vigileremo sul Dl Sicurezza bis, se dovesse esserci una schifezza del genere ricorreremo in tutte le sedi”.

“Il Movimento 5 stelle si prepara davvero – a dare il via libera ad un provvedimento così senza precedenti? Si scontrano, per finta, su tutto, ma non su questo. Mai si era visto un Governo che fa fuori per decreto il magistrato che ha chiesto il processo per il vicepremier e ministro dell’Interno. La legalità cinque stelle si ferma, come al solito, alla poltrona”.