Cina: Fino a dove si può spingere la sperimentazione?

Uno scienziato cinese avrebbe creato individui invulnerabili al virus dellʼHiv.

392

Uno scienziato cinese sostiene di aver creato i primi esseri umani geneticamente modificati al mondo. Si tratterebbe di due gemelle nate lo scorso mese, il cui Dna sarebbe stato modificato con un “nuovo potente strumento” in grado di riscrivere il codice genetico.

E anche se lo scopo non era quello di curare o prevenire una malattia ereditaria, ma di provare a conferire un tratto che poche persone hanno naturalmente – una capacità di resistere alle possibili future infezioni da HIV, la domanda fino a dove ci si può spingere rimane sempre attuale.

Certo la possibilità di modificare il DNA umano grazie alla terapia genetica oggi pone la medicina davanti a nuove frontiere.

Quello che però, bisognerebbe fare, prima di iniziare una sperimentazione umana, che potrebbe, secondo alcuni scienziati,  portare gravi conseguenze, è chiedersi l’eticità del protocollo.

Fino a dove si può spingere la sperimentazione per conseguire un traguardo terapeutico?

La risposta sembra complicata, se non si tiene presente che la conoscenza dell’uomo deve sempre essere unita alla sua coscienza.