Colombia: C’è vita, c’è speranza. Continuiamo a colorare la pace

Tra le oltre 500 attività previste a livello locale e nazionale per questa Settimana, sono state preparate cinque attività che invitano a riflettere sulle omelie e sui messaggi di riconciliazione e di speranza che Papa Francesco

157

Dal 1987, ininterrottamente, si celebra in Colombia la “Settimana per la pace”, in concomitanza con la Giornata nazionale dei diritti umani, il 9 settembre, favorendo incontri, riflessioni, momenti spirituali, manifestazioni artistiche, sportive e culturali, al fine di rafforzare la coscienza comune sull’urgenza di costruire un processo di pace pluralista, partecipato e deciso, che mira alla riconciliazione nazionale.

Promossa dalla Conferenza episcopale, dalla Pastorale sociale-Caritas Colombia, dalla Pontificia Università Javeriana, da Redepaz e Cinep, con la collaborazione di oltre 100 movimenti e organizzazioni sociali e religiose, tutti impegnati nella pace, nella giustizia sociale e nella riconciliazione, la “Settimana per la pace 2018” si celebra fino al 9 settembre, con lo slogan “Hay vida, hay esperanza. Sigamos coloreando la paz” (“C’è vita, c’è speranza. Continuiamo a colorare la pace”), e invita a riconoscersi difensori della vita, portatori di speranza, “dando colore alla pace” a partire dalla realtà individuale.

All’interno del messaggio principale di questa Settimana, si spiega nelle informazioni  viene messo in risalto il diritto alla vita, che continua a essere profondamente violato da coloro che alimentano l’odio e la disperazione. Purtroppo non è cessata la stigmatizzazione, la persecuzione, la criminalizzazione, l’omicidio di uomini e donne costruttori della pace e difensori dei diritti umani. In questa Settimana è previsto quindi uno spazio per la presentazione della campagna per la vita dei difensori dei diritti umani “Lidera la Vida”, a cui hanno aderito organizzazioni della società civile e i media.

Tra le oltre 500 attività previste a livello locale e nazionale per questa Settimana, sono state preparate cinque attività che invitano a riflettere sulle omelie e sui messaggi di riconciliazione e di speranza che Papa Francesco ha lasciato al popolo colombiano l’anno scorso, durante la sua visita pastorale al Paese.

Domenica 9 settembre, memoria di San Pedro Claver, sacerdote gesuita che ha donato la sua vita per la liberazione degli schiavi e Giornata nazionale dei diritti umani, a conclusione della Settimana della pace, a mezzogiorno suoneranno simultaneamente a lungo le campane di tutte le chiese, parrocchie, conventi e cappelle della Colombia. Il motivo è richiamare l’attenzione di tutti a stare svegli, a muoversi, a continuare a lottare per la giustizia, la verità, la misericordia e la pace in Colombia.