Covid: nuovi dati positivi su Remdesivir

I pazienti che hanno ricevuto l'antivirale hanno avuto il 50% di probabilità in più di migliorare entro 15

52

Nuovi dati positivi sull’antivirale Remdesivir contro Covid-19.

I risultati finali del trial di fase 3 Actt-1, costruiti sui risultati preliminari pubblicati sul Nejm a maggio 2020, dimostrano che, rispetto al placebo, nei pazienti con Covid il trattamento con Remdesivir ha ottenuto “miglioramenti continuativi e clinicamente significativi su diversi parametri di valutazione”. I dati provano, inoltre, che l’uso dell’antivirale “ha determinato un tempo di recupero più rapido rispetto a quanto già comunicato in precedenza”.

I pazienti che hanno ricevuto l’antivirale hanno avuto il 50% di probabilità in più di migliorare entro 15 giorni rispetto a quelli che avevano ricevuto placebo, e l’effetto è stato mantenuto per circa un mese. Il beneficio di Remdesivir è stato maggiore quando il farmaco è stato somministrato entro 10 giorni dall’insorgenza dei sintomi. Infine, si è verificata la tendenza a una riduzione della mortalità dopo 15 e 29 giorni nei pazienti trattati con Remdesivir rispetto al placebo.