Cuore wireless ​impiantato per la prima volta

101

È stato impiantato sui primi due pazienti il primo cuore artificiale totalmente senza fili, che si ricarica in un paio d’ore indossando una cintura. Il device wireless migliora considerevolmente la qualità di vita dei pazienti e riduce il rischio di infezioni.

Reso noto sul Journal of Heart and Lung Transplantation, è il risultato di una sperimentazione clinica svolta nell’ambito del progetto «FIVAD» da un’equipe di esperti internazionali tra cui Massimo Massetti, Direttore Area Cardiologica Fondazione Policlinico Gemelli IRCCS e Ordinario di Cardiochirurgia alla Cattolica, Yury Pya, Direttore del Centro Universitario Cardiovascolare di Astana in Kazakhstan, dove sono stati svolti i primi due interventi, e Ivan Netuka dell’Institute for Clinical and Experimental Medicine di Praga.