Da Bruxelles un sistema di mobilità sicuro, pulito, connesso e automatizzato

La Commissione europea intende investire 695,1 milioni di euro in 49 progetti strategici per la mobilità pulita e innovativa

265

La Commissione europea ha proposto di investire 695,1 milioni di euro in 49 progetti strategici per realizzare un’infrastruttura rivolta alla mobilità pulita e innovativa in Europa basata su tutte le modalità di trasporto. Gli stanziamenti, che dovrebbero consentire di mobilitare fino a 2,4 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati, provengono dal meccanismo per collegare l’Europa Cef, uno strumento destinato al sostegno dello sviluppo e dell’ammodernamento delle infrastrutture.

I progetti selezionati mirano a creare un’infrastruttura che consenta un maggiore ricorso ai carburanti alternativi e alle autovetture elettriche o a idrogeno, nonché l’ammodernamento della gestione del traffico aereo in Europa e lo sviluppo del trasporto per via navigabile e ferroviaria. Con il sostegno ai progetti selezionati, la Commissione rende concreti gli obiettivi annunciati nel quadro del pacchetto mobilità “Europa in movimento” attraverso cui Bruxelles punta a portare le industrie europee ai vertici mondiali per quanto riguarda innovazione, digitalizzazione e decarbonizzazione.

“Questi progetti vogliono intervenire sulle sezioni strategiche della rete transeuropea di trasporto (Ten-T) – ha detto la commissaria per i Trasporti, Violeta Bulc – per garantirne il valore aggiunto e un impatto ottimale in tutta l’Ue. Questo ci permetterà di accelerare ulteriormente la transizione verso una mobilità basata su tecnologie pulite e a basse emissioni e di procedere con decisione verso la realizzazione del programma dell’Unione in materia di occupazione, crescita e investimenti”.