Dalla fame all’obesità: nuovo rapporto UNICEF sulle forme della malnutrizione infantile

In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentata di quasi 3 volte rispetto al livello del 1975.

1285
Nel mondo oltre 200 milioni di bambini soffrono di qualche forma di malnutrizione.
Secondo gli ultimi dati sono circa 151 milioni i bambini affetti da malnutrizione cronica, mentre 50,5 milioni sono quelli colpiti da malnutrizione acuta.
Nel 2017, la malnutrizione è stata concausa di circa 3 milioni di decessi infantili – oltre il 50% della mortalità infantile globale (5,4 milioni di decessi annui).
 
Africa e Asia sopportano il peso maggiore delle diverse forme di malnutrizione: nel 2017, il 55% dei bambini affetti da malnutrizione cronica viveva in Asia, il 39% in Africa; il 69% di quelli con malnutrizione acuta si trovava in Asia, il 27% in Africa: questi i principali dati del nuovo rapporto dell’UNICEF
Altrettanto preoccupanti i dati sull’obesità infantile. Da oltre 15 anni ormai non si registrano progressi nell’arginare la crescita del tasso di sovrappeso.
A livello globale, nel 2017 38,3 milioni di bambini sotto i 5 anni risultavano in sovrappeso: 8 milioni in più rispetto ai 30,1 milioni del 2000.
Nel 2017, il 5,6% della popolazione infantile mondiale sotto i 5 anni risultava sovrappeso. In Europa 1 bambino su 3 è in sovrappeso.
In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentata di quasi 3 volte rispetto al livello del 1975.