Elezioni presidenziali in Brasile: Bolsonaro primo al ballottaggio

Populisti in testa nel primo turno. La sinistra cerca di ricompattarsi

45

L’elezioni Brasiliane come nelle previsioni sono state dominate da Jair Bolsonaro, l’ex militare di estrema destra che si è presentata con una  piattaforma di liberismo nell’economia e mano dura contro la criminalità e le minoranze.

Se la dovrà vedere al ballottaggio con il candidato del Pt, Fernando Haddad, il leader che ha sostituito Lula nella corsa alla presidenza del Brasile

Infatti l’ex militar ha ottenuto il 47, 60 per cento dei voti, oltre 43 milioni di consensi mentre il suo diretto avversario lo insegue a 20 punti percentuali di distanza 27,97.

Ma nonostante i 20 punti sembra che ora le forze di sinistra vogliano proporre una grande coalizione per evitare che l’uomo più forte, almeno dalla fine delle giunte militari, prenda il potere.

Infatti la razione a caldo di Fernando Haddad è stata quella non lasciarsi andare e puntare, fin da subito, al  secondo turno delle elezioni presidenziali che rappresentano, secondo quanto dichiarato dallo stesso contendente, “una opportunità inestimabile” di “unire le forze democratiche” del Brasile per una sfida elettorale nella quale sono “in gioco i nostri valori”.