G7, un’intesa sulle sfide poste dall’economia digitale

Al vertice di Chantilly ritenuto idoneo il diritto della concorrenza, ma le autorità garanti hanno sottolineato la necessità di approfondire l'impatto dei nuovi modelli di business digitali

664

Per l’analisi della concorrenza le autorità garanti dei Paesi del G7 hanno raggiunto un’intesa in merito alle sfide poste dall’economia digitale. Il documento è stato presentato al vertice tenutosi la scorsa settimana in Francia, a Chantilly. L’accordo comune mette in evidenza il ruolo dell’applicazione delle norme in materia di concorrenza per mantenere competitivi i mercati digitali a vantaggio dei consumatori e degli operatori del mercato.

La progressiva evoluzione delle tecnologie determina continui cambiamenti nel mercato, che sollevano quesiti in merito alle sfide che il digitale pone per il diritto della concorrenza: dall’accertamento dell’esistenza del potere di mercato alla definizione delle situazioni abusive, dalla necessità di promuovere l’innovazione digitale alla tutela del benessere dei consumatori.

Il diritto della concorrenza è stato ritenuto idoneo, ma le autorità garanti preposte hanno sottolineato l’esigenza di approfondire la conoscenza dell’impatto dei nuovi modelli di business digitali. In tal senso è stato chiesto ai Governi di garantire che le leggi e i regolamenti non ostacolino la concorrenza sui mercati digitali, convenendo di promuovere la cooperazione internazionale e la convergenza nell’applicazione delle norme.