Google nella bufera tra indagini, ricorsi e possibili multe

Indagini necessaria per tutelare i clienti del portale

71

Sono iniziate le indagini degli Stati Uniti e dell’Unione europea sul furto dei dati che ha messo a rischio mesi fa mezzo milione di profili di utenti Google e ha costretto la società ad annunciare la chiusura del social network Google Plus.

A esaminare la violazione saranno il garante della privacy della Germania e l’ufficio del procuratore generale di New York.

Indagini necessaria per tutelare i clienti del portale che ci ha tenuto a precisare che il problema è stato risolto a marzo e che nessun sistema definito «sviluppatore» ha sfruttato la vulnerabilità o i dati. Secondo il «Wall Street Journal», Google avrebbe scelto di non rivelare il problema di sicurezza per i timori di un controllo.

Intanto, la stessa società ha confermato che sta presentando appello al tribunale dell’Unione europea contro la multa da 4,3 miliardi di euro inflitta alla società dall’Antitrust Ue il 18 luglio scorso per abuso di posizione dominante relativo al sistema operativo Android per smartphone e tablet.