Il trattamento del cancro gastrico primario e metastatico

156

Uno studio pubblicato su Nature, ha confrontato i microambienti immunitari tumorali (TIME) del cancro gastrico primario (PGC) e del cancro gastrico metastatico accoppiato (MGC).

La terapia sistemica palliativa è un’opzione di trattamento primaria nei pazienti con carcinoma gastrico metastatico (MGC) per alleviare i sintomi correlati alla malattia e migliorare la sopravvivenza. Tuttavia, la prognosi della MGC è ancora molto scarsa, con una sopravvivenza <2 anni. Recentemente, però, gli inibitori del checkpoint immunitario hanno rivoluzionato il paradigma di trattamento sistemico in molti tumori solidi avanzati

Gli anticorpi anti-PD-1, come nivolumab e pembrolizumab, hanno vantaggi significativi e offrono nuove opzioni di trattamento nei pazienti con MGC. Anche se il tasso di risposta globale è basso (5–25%) e la maggior parte dei pazienti non risponde a questi farmaci.

Diviene chiaro a questo punto come il trattamento della malattia avanzata nel carcinoma gastrico possa considerarsi un vero e proprio percorso terapeutico piuttosto che una scelta del momento.