In Italia aumentano i cicloturisti

Un rapporto di Legambiente registra un consistente giro d’affari legato a questa nuova modalità di fare vacanza

145

Viaggiare in bicicletta è diventata una nuova modalità di vacanza sempre più diffusa e in costante crescita anche in Italia. Nel nostro Paese, infatti, dal 2013 al 2018, i cicloturisti sono aumentati del 41%. Tale tendenza ha generato un valore economico pari a 7,6 miliardi di euro all’anno. Una cifra enorme che porta a quasi 12 miliardi di euro il valore attuale del PIB (Prodotto Interno Bici), ovvero il giro d’affari prodotto dagli spostamenti a pedali in Italia, calcolando la produzione di bici e accessori, delle ciclo-vacanze e dell’insieme delle ricadute positive generate.

Le presenze cicloturistiche rilevate nel 2018 ammontano a 77,6 milioni, pari cioè all’8,4% dell’intero movimento turistico in Italia. Stiamo parlando di oltre 6 milioni di persone che hanno trascorso una vacanza utilizzando più o meno intensamente la bicicletta.

Questi i numeri sono emersi dal rapporto di Legambiente e Isnart-Unioncamere, che ha fotografato un impatto economico rilevante di questo settore in un Paese che sta cercando di aprirsi a questa nuova opportunità che fa bene sia all’economia che all’ambiente.