IV Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021

Fino al 30 aprile è possibile dare il proprio contributo alla consultazione pubblica del nuovo piano nazionale

116

Nell’ambito della partecipazione a Open Government Partnership (OGP), è stato avviato il processo per la stesura del IV Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021, curata dal Dipartimento della Funzione pubblica della presidenza del Consiglio dei ministri, a cui ha partecipato anche l’Autorità nazionale anticorruzione. Il documento rappresenta una strategia complessiva che, attraverso la realizzazione di un dato numero di iniziative trasformative, vuole conseguire significativi risultati in materia di trasparenza, partecipazione civica, lotta alla corruzione, semplificazione e innovazione della pubblica amministrazione.

Dopo gli incontri con le amministrazioni e le organizzazioni della società civile dell’Open Government Forum, il Team OGP del Dipartimento della Funzione Pubblica ha sottoposto a consultazione sul proprio portale istituzionale la bozza del IV Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021, invitando gli interessati a partecipare con propri contributi e osservazioni entro il 30 aprile 2019. I contributi che arriveranno attraverso la consultazione saranno considerati ai fini della redazione per la versione definitiva del documento. Di quest’ultimo faranno parte gli impegni delle Pubbliche amministrazioni sui temi della trasparenza, della partecipazione e dei processi di digitalizzazione, redatto anche sulla base delle proposte giunte dalle principali associazioni della società civile raccolte nell’Open Government Forum. Sul sito dedicato è anche pubblicato il bando per la III edizione del Premio Opengov Champion, finalizzato a dare plauso alle amministrazioni che si stanno impegnando in “percorsi di apertura”. Il Premio vuole infatti riconoscere le esperienze di successo sui temi di open data e trasparenza, partecipazione e accountability, cittadinanza e competenze digitali delle diverse amministrazioni italiane.