La regina viarum in festa

Sono 150 gli appuntamenti di Appia Day 2019, la kermesse partita tre anni fa per ricordare l’intramontabile splendore dell’antica Via consolare rilanciandone lo sviluppo in chiave turistica e culturale

158

Sono stati presentati l’11 e il 12 maggio a Roma i 150 appuntamenti di Appia Day 2019, la kermesse partita tre anni fa, per ricordare l’intramontabile splendore dell’antica Via consolare rilanciandone lo sviluppo in chiave turistica e culturale. All’iniziativa, che ha visto insieme amministratori locali  e organizzatori, erano presenti, tra gli altri, il vice sindaco del Comune di Roma, Luca Bergamo, e l’assessore al Turismo del Comune di Brindisi, Oreste Pinto, rappresentanti istituzionali delle città di partenza e di arrivo della Via Appia, a testimoniare un denominatore comune tra le tante comunità locali che si dipanano lungo il tracciato.

La due giorni è stata anche l’occasione per sottoscrivere un protocollo d’intesa tra CoopCulture, Legambiente e Touring Club, il documento che promuove una visione integrata della valorizzazione della cultura e del turismo con il territorio e l’ambiente, attivando sinergie e iniziative condivise che guardino a sistemi territoriali e a circuiti turistico ambientali virtuosi. L’itinerario della Via Appia sarà oggetto, in particolar modo, di una prima sperimentazione del modello di collaborazione elaborato, che prevede un’interlocuzione congiunta con le diverse istituzioni, mirando a far sì che il network dell’Appia Day possa evolversi in un modello più strutturato per una animazione durevole ed efficace dell’intero tracciato. Una delle novità di quest’anno è il progetto “Appia Way”, un percorso virtuale che coniuga accoglienza, servizi turistici, itinerari culturali, naturalistici ed enogastronomici, con l’obiettivo di comporre e far vivere lungo l’Appia Antica il primo cammino multimodale al mondo: a piedi e a pedali, ma anche in treno, bus, corriera, sharing. Un progetto in progress da realizzare con il contributo di tutti: dai partecipanti alla rete Appia e ai singoli cittadini.