Libia: la rivalità tra le potenze straniere spinge il paese verso la guerra

"La comunità internazionale dovrebbe contribuire alla soluzione della crisi, ma è diventata parte del problema".

551

L’Onu denuncia che in Libia è la rivalità tra le potenze straniere che appoggiano le opposte fazioni in lotta a spingere il paese verso una vera e propria guerra civile. Lo riferisce il quotidiano britannico “Financial Times”, che pubblica un’intervista del suo specialista in affari mediorientali, Andrew England, con la vice responsabile della missione dell’Onu in Libia (Unsmil), Stephanie Williams.

“Abbiamo indicazioni che ingenti quantità di materiale bellico stanno raggiungendo entrambe le parti in confitto”. “Tutto ciò deve finire perché una escalation e un allargamento del conflitto in Libia rischiano di avere conseguenze umanitarie catastrofiche”.

Infatti secondo Mohamed Eljarh, direttore di Lorc Research and Consultancy, società di consulenza libica: “la comunità internazionale dovrebbe contribuire alla soluzione della crisi, ma è diventata parte del problema”.