Lombardia: ok alla videosorveglianza nei nidi

Possono accedere alla misura i nidi e micro-nidi pubblici e privati autorizzati

461

La Giunta regionale ha approvato le linee guida e uno stanziamento di 900.000 euro per la realizzazione di progetti a favore dei minori che frequentano nidi e micro-nidi.
Il provvedimento è così ripartito: 600.000 euro per l’introduzione delle telecamere a circuito chiuso negli asili nido e altri 300.000 euro per la formazione del personale, degli operatori e delle famiglie.

Si tratta di una risposta concreta, proposta dall’assessore alle Politiche per la famiglia, volta a contrastare i fenomeni di maltrattamenti, con interventi mirati sia di prevenzione, attraverso un’adeguata formazione di chi presta servizio negli asili, sia di sicurezza attraverso l’installazione di telecamere di videosorveglianza.

Possono accedere alla misura i nidi e micro-nidi pubblici e privati autorizzati al 31/12/2018. Le domande devono essere presentate direttamente alle ATS che erogheranno il contributo a consuntivo e in un’unica soluzione. Per ogni domanda ammessa a finanziamento sarà assegnato un contributo pari al 90% dei costi sostenuti fino ad un importo massimo di 5.000 euro. Le telecamere sono a circuito chiuso e le immagini sono di esclusivo utilizzo da parte dell’autorità giudiziaria che potrà visionarle solo a seguito di una denuncia o di una segnalazione.