Miur e Arma dei Carabinieri nelle scuole per promuovere la cultura della legalità

Sul tavolo i temi dell’educazione civica, ambientale e della sicurezza stradale, sensibilizzando al contrasto alla violenza di genere, bullismo e cyberbullismo

908

E’ stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra il Miur e l’Arma dei Carabinieri per sensibilizzare gli studenti all’esercizio della democrazia, nei limiti e nel rispetto dei diritti inviolabili, dei doveri e delle regole condivise, promuovendo al tempo stesso la consapevolezza dei valori fondanti della Costituzione italiana per l’esercizio di una cittadinanza attiva a tutti i livelli del sistema sociale.

Con questo obiettivo il Miur e l’Arma dei Carabinieri avvieranno un progetto congiunto per ampliare e approfondire l’offerta formativa delle scuole di ogni ordine e grado, attraverso specifici interventi. Saranno toccati, in particolare, i temi dell’educazione alla legalità ambientale, del bullismo e cyberbullismo,  della sicurezza stradale, delle sostanze stupefacenti, della violenza di genere, dei diritti umani e delle funzioni di polizia, della cooperazione internazionale, della tutela del patrimonio culturale, oltre ad altri argomenti attinenti alla legalità concordati a livello periferico tra i dirigenti scolastici e i comandanti dell’Arma.

Per sovrintendere alle diverse attività sarà costituito un Comitato Tecnico-Scientifico paritetico, coordinato dal direttore generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione del Miur, che ne approverà il piano annuale. L’Arma dei Carabinieri, attraverso le sue articolazioni territoriali, attuerà conferenze sulla legalità, concorsi letterari e artistici, produzione di cortometraggi sui temi della legalità, oltre alle visite ai Comandi territoriali o ai reparti specializzati dell’Arma, nonchè giornate didattico-culturali presso le riserve naturali del comparto forestale.