Nasce Ekklesìa, una rivista per chi si impegna nella Chiesa

La rivista intende rivolgersi in particolare a operatori e animatori pastorali, membri delle famiglie carismatiche, persone impegnate in parrocchia o in diocesi, in movimenti ecclesiali o aggregazioni, come “fonte d’ispirazione, strumento di formazione, sussidio per l’azione”.

696

Città Nuova editrice lancia proprio in questi giorni un nuovo progetto al servizio dell’impegno ecclesiale: si tratta di “Ekklesía. Sentieri di comunione e dialogo”. In formato digitale e cartaceo, si presenta come un invito ad impegnarsi, insieme, alla ricerca di vie e di linguaggi per condividere il Vangelo con le donne e gli uomini del nostro tempo.

La rivista intende rivolgersi in particolare a operatori e animatori pastorali, membri delle famiglie carismatiche, persone impegnate in parrocchia o in diocesi, in movimenti ecclesiali o aggregazioni, come “fonte d’ispirazione, strumento di formazione, sussidio per l’azione”.

La rivista, a carattere trimestrale, annovera tra le sue firme il teologo Piero Coda, Vincenzo Zani, segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica, Tiziana Longhitano sfp, il cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo di L’Aquila, l’esegeta Gerard Rossé, Brendan Leahy, vescovo di Limerick (Irlanda), Jesús Morán, copresidente del Movimento dei Focolari da cui trae origine Città Nuova, l’esperto di vita consacrata Fabio Ciardi omi, Susana Nuin, colombiana esperta di comunicazioni, e ancora i teologi Callan Slipper, anglicano e Stefan Tobler, evangelico.