Occhio ai nostri risparmi

Gli attuali attori del Governo giallo-verde, smentiscono le voci di un possibile utilizzo del consistente risparmio degli italiani. Ma smentendolo, gettano luce su uno spettro che già si aggira

169

Siamo alla ripetizione dall’inizio. È un gioco di marionette. Che cosa è capitato in questi ultimi due giorni. È stato un condensato, un riassunto di quello che era successo il mese di aprile e di maggio. Cioè le parti opposte hanno deciso di trovare un accordo, il contratto illustra sempre la diversità dei contraenti. Altrimenti non ci sarebbe stato il contratto. Oltre la veste del contratto è apparsa una uniformità; insomma l’unità dei contrari. È bastato il primo vero intoppo lungo la loro strada per far riemergere ciò che naturalmente è, vale a dire la loro radicale differenza.

Qual è quindi la novità rispetto al mese di aprile maggio? La novità è che il processo di nascondimento si è verificato in un tempo previsto. Hanno cioè nascosto le loro contrarietà nel corso di due giorni e non di due mesi. In questo sono stati abili. Ma la sceneggiata se era ben riuscita all’inizio, adesso, comincia a mostrare crepe e anche l’elettore sprovveduto dei 5Stelle, oggi comincia a capire. Non a caso ieri al Circo Massimo di Roma c’era una presenza minima di sostenitori grillini.Al di la di queste arguzie teatrali, c’è la drammatica condizione economica del Paese, perché costoro hanno si limato gli aspetti del condono ma hanno lasciato inalterato tutta la restante manovra economico finanziaria.

In questi giorni, tutti a seguire la quiete, tutti a respirare la pace, tutti a cercare l’allegria ma domani, lunedì, dovranno rispondere all’Europa e i mercati e lo spread risponderanno al trio Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e Matteo Salvini.Per parte mia, mi affido alla clemenza di Dio. Che altro posso fare in questo momento? E questo credo valga anche per gran parte degli italiani. Ma domani, da quanto si sente, si abbasseranno le temperature, ma ho la netta sensazione che si abbasseranno anche le mie e le tante speranze del nostro Paese.

Gli attuali attori del Governo giallo-verde, smentiscono le voci di un possibile utilizzo del consistente risparmio degli italiani. Ma smentendolo, gettano luce su uno spettro che già si aggira: i giornali e non solo loro, hanno evocato anche questa possibilità. A questo punto sarebbe opportuno che, con un motto d’orgoglio, la stragrande maggioranza dei nostri concittadini girassero le spalle a questi incompetenti.

Prima lo fanno, e prima ci troveremo liberati dalle profonde inquietudini che da un po di tempo animano ciascun italiano.Trascorriamo al meglio questa domenica autunnale vedendo per adesso, solo cadere le foglie.