Ordine dei medici: “Fa bene il governo a partire con prudenza”

Dobbiamo abituarci, almeno sino a che non avremo disponibili farmaci di sperimentata efficacia e vaccini, a convivere con il coronavirus.

382

Il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli afferma che: “Come medici, condividiamo la prudenza adoperata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e dal governo nell’avviare, dal 4 maggio, la fase 2.

“Dobbiamo abituarci, almeno sino a che non avremo disponibili farmaci di sperimentata efficacia e vaccini, a convivere con il coronavirus. Per questo, sono necessarie, da parte di tutti i cittadini, prudenza e responsabilità, ed è indispensabile una gradualità delle riaperture, distanziando i diversi blocchi di circa due settimane, per poter monitorare l’andamento dell’epidemia. In questa fase, è poi cruciale il controllo del territorio, da attuarsi tramite la rete che abbiamo chiamato dei “medici sentinella”

Inoltre il presidente si sente tutelato dal  coinvolgimento delle cinque grandi aziende italiane che produrranno mascherine di qualità a prezzo calmierato. “Queste misure consentiranno a tutti i cittadini di dotarsi di mascherine a un prezzo equo e uguale per tutti, tutelando la loro salute e la salute di chi sta loro accanto”.