Oristano: La scienza: tra speranze e scoperte

106

Si svolgerà il 18 e 19 novembre la sesta edizione del Festival Scienza Oristano intitolata La scienza: tra speranze e scoperte, in cui saranno coinvolti anche gli studenti delle scuole di Terralba Ghilarza. La manifestazione si inserisce nel quadro del Festival Scienza di Cagliari, organizzato dall’Associazione ScienzaSocietàScienza e giunto ormai al quattordicesimo appuntamento.

Sia pur con i limiti dell’emergenza sanitaria ancora in corso, l’edizione di quest’anno prevede il ritorno in presenza del pubblico per un vasto programma di conferenze, seminari, presentazione di libri, tavole rotonde, readings letterari, laboratori didattici e altri eventi incentrati in particolare sul tema del nostro pianeta Terra e della sua salvaguardia, soprattutto in riferimento ai recenti e drammatici effetti dovuti ai cambiamenti climatici.

Tra gli ospiti più significativi del Festival ricordiamo la scrittrice e narratrice scientifica Sara Segantin e Graziano Pinna, docente del Dipartimento di Psichiatria dell’Università d’Illinois a Chicago che terrà una conferenza il 19 novembre al Liceo Scientifico Mariano IV di Oristano dal titolo Biomarker coinvolti nel disturbo da stress post-traumatico (ptsd) e depressione. Ruolo terapeutico dell’alimentazione.

Sara Segantin, tra i fondatori del movimento Fridays for Future in Italia, impegnata in vari eventi, sarà presente (18 novembre ore 15.30, Chiostro del Carmine) all’ evento organizzato dal Consorzio Uno CLIMATHON 2021 con la presentazione dei progetti partecipanti all’Ideathon e la proclamazione vincitore e poi presenterà il suo libro Non siamo eroi agli studenti sia a Oristano che a Terralba dove si svolgerà La scienza che illumina l’azione, una gara di lettura che coinvolge gli studenti del Liceo Classico che dopo aver letto e studiato il testo con il supporto dei loro docenti, si sfideranno in un’allegra competizione.

Il 19 novembre dalle ore 15.30 al Chiostro del Carmine a Oristano si svolgeranno delle conferenze tematiche a cura di ricercatori dell’IMC per la cittadinanza, decisori, pianificatori, operatori delle filiere ittiche e amministratori: Gestione e conservazione degli ecosistemi marini, a cura di Daniele Grech; Il recepimento dei principi dell’economia circolare nelle filiere ittiche a cura di Elisa Serra e Acquacoltura spaziale: una certezza per la sostenibilità dell’acquacoltura in Sardegna a cura di Erika Porporato e Daniele Trogu.

Due conferenze organizzate dal AMP Area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre: sono previste nel Centro Polifunzionale di via Tharros a Cabras, il 18 novembre alle 16.30 La conservazione delle specie protette e l’utilizzo della tecnologia: la patella ferruginea e le tartarughe marine, a cura di Stefania Coppa e Giorgio Massaro, ricercatori dell’IAS CNR di Oristano. Mentre il 19 novembre alle 15.30 Il capitale ambientale e la gestione delle risorse naturali. La contabilità ambientale dell’area marina protetta “Penisola del Sinis – Isola Mal di ventre, a cura del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, dell’Università di Genova, dell’Università di Trieste e della Capitaneria di Porto di Oristano.

Tra i laboratori interattivi che svolgeranno per gli studenti di Ghilarza segnaliamo Fake News e Debunking un’attività interattiva sulla costruzione di una fake news, in cui si metteranno in luce le modalità attraverso le quali è possibile produrre una notizia falsa ma che sembra plausibile da un punto di vista scientifico.  Mentre per quelli di Terralba una tavola rotonda a cura di Legambiente, circolo S’Arrulloni di Terralba, conclusiva del percorso Mi illumino di Scienza sugli aspetti ecologici legati agli ambienti lagunari con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sui temi del rispetto ambientale, della difesa e della salute delle zone umide

L’edizione oristanese di Festival Scienza è stata organizzata dall’Associazione ScienzaSocietàScienza in collaborazione con il Consorzio UNO Promozione Studi Universitari Oristano, il Liceo Scientifico Mariano IV , il Liceo Classico De Castro, l’associazione Heuristic e la rassegna letteraria Leggendo ancora insieme, l‘IMC – Centro Marino Internazionale ONLUS di Torregrande (Or) e l’AMP, Area Marina Protetta Penisola del Sinis-Isola di Mal di Ventre, e con il patrocinio del Comune di Oristano.

Il Festival dopo gli appuntamenti di Cagliari, Nuoro, Siniscola e Oristano prosegue poi la sua diffusione nel territorio sardo con altre edizioni locali come già avvenuto negli anni passati a Isili – Sarcidano e Iglesias.