Pace: Mattarella, “tenere al riparo i giovani da mostruosità della guerra”

Tenere al riparo i nostri giovani dalla mostruosità della guerra e garantirne il futuro promuovendo i principi di libertà, uguaglianza e democrazia è compito di tutti

826

“Tenere al riparo i nostri giovani dalla mostruosità della guerra e garantirne il futuro promuovendo i principi di libertà, uguaglianza e democrazia è compito di tutti”. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al presidente dell’Associazione nazionale fra mutilati ed invalidi di guerra (Anmig), Claudio Betti, in occasione del XXXIV congresso nazionale in programma da ieri a Montesilvano (Pe).

Questo il testo del messaggio:

«L’encomiabile operato dell’Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra mantiene vivo il ricordo, e con esso la gratitudine del Paese intero, del sacrificio di quanti hanno portato e portano tuttora sulla propria persona i segni delle ferite e delle sofferenze fisiche e morali patite a servizio del paese. A tutti loro va il commosso pensiero e il riconoscimento della Repubblica.

La custodia della memoria del patrimonio di valori, ideali e testimonianze di chi ha subito l’immane tragedia della guerra, rappresenta un monito permanente a non dimenticare gli orrori che ogni conflitto genera, per non ripeterli e costituisce prezioso insegnamento per le giovani generazioni affinché in esse prevalga il senso di appartenenza attiva ad una comunità che unisce idealmente tutti i popoli.

Tenere al riparo i nostri giovani dalla mostruosità della guerra e garantirne il futuro promuovendo i principi di libertà, uguaglianza e democrazia è compito di tutti.

A tutti i convenuti in Montesilvano rivolgo il saluto e l’augurio più fervido per la piena riuscita del XXXIV congresso nazionale».