Parte la settimana più importante del ciclismo su pista

La settimana più importante della stagione del ciclismo su pista è partita e fino a domenica 3 marzo tutti i nostri atleti saranno in pista per i Campionati del Mondo 2019

525

La settimana più importante della stagione del ciclismo su pista è partita e fino a domenica 3 marzo tutti i nostri atleti saranno in pista per i Campionati del Mondo 2019, rassegna iridata che raccoglierà le stelle del panorama internazionale e vedrà l’Italia possibile protagonista in diverse specialità.

Venti i titoli in palio nei 5 giorni di gare, 10 a livello maschile e 10 a livello femminile. Le Nazionali italiane guidate da Edoardo Salvoldi e Marco Villa si presentano in Polonia con una formazione molto competitiva, che punta a migliorare il bottino dello scorso anno, quando ad Apeldoorn arrivarono un oro, un argento e quattro bronzi.

Al maschile, fari puntati sul quartetto dell’Inseguimento: Filippo Ganna, Liam Bertazzo, Francesco Lamon e Davide Plebani (con Consonni e Scartezzini riserve), dopo il titolo europeo, sono pronti a migliorare il bronzo dell’ultima edizione. Gran Bretagna e Danimarca le principali avversarie.
A livello individuale la punta sarà Ganna, campione mondiale in carica che dovrà vederserla con il portoghese Ivo Oliveira, il tedesco Dominic Weinstein, detentore del titolo europeo, il russo Ivan Smirnov e il britannico John Archibald. Può ambire alla medaglia anche Simone Consonni nell’Omnium, già bronzo lo scorso anno. Attenzione poi a Michele Scartezzini che proverà a brillare nello Scratch dopo l’argento del 2018, mentre Davide Plebani andrà a caccia di un piazzamento nell’inseguimento. Gli Azzurri proveranno a dire la loro anche nell’ultima prova del programma, il Madison: Belgio, Germania e Danimarca sembrano avere qualcosa in più rispetto alla coppia italiana formata da Simone Consonni e Lamon. Spazio a Bertazzo per un piazzamento nella Corsa a punti, mentre nel Km l’alfiere azzurro sarà Lamon. Attuale ruolo di riserve invece per Carloalberto Giordani e Stefano Moro.

Al femminile si potrà sognare in grande con le Rocket Girls dell’inseguimento a squadre: il quartetto femminile proverà a spingersi oltre i propri limiti e a raggiungere la finale, per rilanciare la sfida alla Gran Bretagna. Medaglia alla portata anche nel Madison con la coppia di grandissima qualità formata da Elisa Balsamo e Letizia Paternoster. Quest’ultima potrà ambire ad un tris di medaglie, visto che sarà anche una delle favorite nell’Omnium, mentre nella Corsa a Punti Maria Giulia Confalonieri punterà a confermarsi ai vertici dopo lo straordinario oro europeo. Attenzione anche a Martina Fidanza che ha brillato in Coppa del Mondo nello Scratch. Ci saranno poi le esperte Simona Frapporti e Silvia Valsecchi nell’inseguimento, mentre Miriam Vece proverà a sorprendere nella velocità.