Protezione civile: il progetto europeo V-IOLA, Volunteer International On Line Asset

Ha avuto inizio presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile – una  settimana di incontri e attività sul campo dei delegati del progetto V-IOLA, Volunteer International On Line Asset.

103

Ha avuto inizio presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile – una  settimana di incontri e attività sul campo dei delegati del progetto V-IOLA, Volunteer International On Line Asset. La delegazione è composta da rappresentanti delle Organizzazioni dei paesi partner, Montenegro e Serbia. Sono funzionari dei ministeri per la gestione delle emergenze, società nazionali di Croce Rossa e giovani rappresentanti di organizzazioni che lavorano sulle tematiche della prevenzione e riduzione del rischio da disastri, per la creazione di comunità più resilienti, anche grazie allo sviluppo della componente del volontariato di protezione civile. Lo scambio si svolge nell’ambito del programma EU Aid Initiative, finalizzato alla costituzione di un corpo di volontariato europeo.

Il progetto guidato dal Dipartimento della Protezione Civile, vede la partecipazione del Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale della Fondazione Cima e delle organizzazioni nazionali di volontariato Anpas, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta e Croce Rossa Italiana, oltre alle rappresentanze istituzionali e del mondo del volontariato di Serbia, Montenegro, Ungheria, Romania.
Obiettivo del progetto è la promozione delle strategie di riduzione dei rischi da disastro, con il supporto di volontari per il costante aumento della resilienza delle comunità. In particolare l’iniziativa è finalizzata anche all’accreditamento del volontariato serbo e montenegrino alla rete europea EU Aid Volunteers.