Regione Lazio: Il Pd che vota contro il Pd

Nella seduta del 24 Settembre scorso il Consiglio della Regione Lazio ha probabilmente scritto una delle più brutte pagine per la tutela ambientale del nostro Territorio e la sua salvaguardia.

333

Nella seduta del 24 Settembre scorso il Consiglio della Regione Lazio ha probabilmente scritto una delle più brutte pagine per la tutela ambientale del nostro Territorio e la sua salvaguardia.

Con una decisione sconcertante e contraddittoria con quanto dichiarato fino ad oggi, la Giunta Regionale rappresentata dall’ assessore Valeriani ( PD ) al termine di una estenuante seduta che si è protratta fino alle 4:15 del mattino si è espressa con 21 voti contrari e 20 a favore contro l’emendamento presentato dal consigliere Patanè ( PD ) per l’allargamento della perimetrazione della Riserva Naturale del Laurentino Acqua Acetosa.

Al momento del voto ha sicuramente pesato il parere contrario espresso dalla giunta Regionale ed in particolare dall’assessore all’Ambiente Massimiliano Valeriani.  Un parere a cui non è stata data motivazione .

Ricordiamo che l’ampliamento della perimetrazione della Riserva era la condizione necessaria per dare avvio al cosiddetto Piano di Assetto per il Laurentino, un piano che prevedeva attraverso una serie d’interventi l’intera riqualificazione e recupero del Territorio prevedendo tra l’altro una rete di piste ciclabili, poli museali per il patrimonio archeologico esistente, costituzione di punti di aggregazione sociale e spazi verdi per le attività sportive ed il tempo libero.

Purtroppo l’incomprensibile decisione maturata dalla Giunta Zingaretti ha vanificato tutto ciò.

Crediamo che questo punto siano del tutto legittime domandare il perché di un tale comportamento così contraddittorio, in particolar modo quando nella medesima riunione è stato dato il via libera, con un emendamento del M5s,  all’allargamento del Parco dell’ Appia.

Un approvazione, quest’ultima, che ha visto l’accordo tra la maggioranza e il M5s.