Regno Unito: crescono i timori di elezioni anticipate

137

La scissione nel Partito laburista si allarga e continua a scuotere tanto la formazione guidata da Jeremy Corbyn quanto il panorama politico del Regno Unito.

Nella giornata del 19 febbraio un’ottava deputata, Jean Ryan, ha lasciato il Labour per unirsi ai sette scissionisti che hanno formato il Gruppo indipendente.

Ryan ha motivato la sua decisione denunciando la “cultura dell’antisemitismo” cresciuta nel Partito laburista sotto la leaderhip di Corbyn e la deriva verso l’estrema sinistra.

Mentre si attendono nuove defezioni tra i laburisti e tra i Conservatori moderati contrari alla Brexit, nei vertici del Labour crescono i timori che il primo ministro, Theresa May, possa sfruttare il difficile momento vissuto dal partito di Corbyn e convocare le elezioni anticipate.