Remo Gaspari e il suo Abruzzo. Varie iniziative in programma a luglio. Il ricordo del figlio Lucio Achille.

A cento anni dalla nascita e a dieci anni dalla scomparsa, diverse le iniziative allestite (tra il 1 e il 19 luglio) dall’Istituto di Cultura Politica “Giuseppe Spataro” di Pescara. Riportiamo di seguito la prefazione che il figlio dell’uomo politico abruzzese ha scritto per il libro di Licio Di Biase “Remo Gaspari. La politica come servizio” (Ianieri editore).

225

A cento anni dalla nascita e a dieci anni dalla scomparsa, diverse le iniziative allestite (tra il 1 e il 19 luglio) dallIstituto di Cultura Politica Giuseppe Spataro di Pescara. Riportiamo di seguito la prefazione che il figlio delluomo politico abruzzese ha scritto per il libro di Licio Di Biase Remo Gaspari. La politica come servizio(Ianieri editore).

Quando Licio Di Biase mi ha chiesto di scrivere una prefazione alla sua biografia su Remo Gaspari ho pensato che lavesse fatto perché di solito un figlio sa tutto del padre. Ma nel caso di Remo Gaspari non è così per me e credo per molti. Io avevo unidea di mio padre che ritenevo assolutamente esatta e che è cominciata a cambiare e a mettersi compiutamente a fuoco proprio dal giorno della sua morte.

I miei primi ricordi risalgono alla primavera del 1948 quando Remo non aveva ancora compiuto 27 anni e sono dovuti a due momenti di paura. Fu quando a Gissi mi venne a prendere con la sua lambretta, quella con cui girava tutti i comuni della provinciadi Chieti per fare attività politica, in un prato dove stavo giocando. Il fumo che usciva dallo scappamento mi indusse a credere che la paglia su cui stavo, stesse per prendere fuoco e mi spaventai moltissimo. Laltra paura la ebbi quando mi portò con lui in macchina a Penne dopo le vittoriose elezioni dellaprile 1948; vi aveva tenuto un memorabile contraddittorio contro uno dei più prestigiosi personaggi del P.C.I., lon. Umberto Terracini. Per festeggiarlo una folla incredibile fermò la macchina e lo tirò fuori per portarlo in trionfo. Io, credendo che gli volessero fare del male, fui terrorizzato.

Questi due episodi fissano nella mia memoria la figura di un ragazzo magro, atletico, scattante, determinato. C’è poi limmagine dei festeggiamenti per i suoi novanta anni. Fisico piegato dalletà ma voce stentorea, mente lucidissima, animo determinato. Confrontando in quel momento la sua persona allimmagine dei miei primi ricordi mi dissi che anche se sembra ingiusto il tempo vola e non si può fermare. Il segno di tutti noi rimane nel ricordo di chi ci ha conosciuto e voluto bene, quello dei grandi personaggi è chiarito e rafforzato dallo studio degli storici così come Licio Di Biase fa con la sua interessante biografia. Questo libro racconta in modo preciso e puntuale tutta la vita di Remo Gaspari, dalla giovinezza sino agli ultimi giorni, ma ha il pregio di approfondire il personaggio dal punto di vista umano e politico e credo che questo sia laspetto più importante di questo libro che dovrebbe essere letto non solo da tutti gli abruzzesi, ma da tutti coloro che sono appassionati alla storia, o da coloro che si dedicano allesercizio della politica, perché ne potrebbero trarre utili spunti per la loro presente attività.

Si dice che le cose si apprezzano sino in fondo quando ci vengono a mancare; questo è accaduto davvero ed immediatamente alla morte di Remo Gaspari. La commemorazione ufficiale del 21 luglio alla Camera dei Deputati e la messa di suffragio una settimana dopo presso la Cappella della Camera, così come le manifestazioni di affetto e di dolore di tantissimi cittadini nella Camera Ardente presso la sede della Provincia di Chieti e durante le esequie il giorno seguente nella Cattedrale di San Giustino, mi hanno rivelato sino in fondo quale fosse la considerazione dei suoi Colleghi per la sua azione politica e come fosse profondo laffetto reciproco che lo legava ai suoi concittadini. Indagare e spiegare una personalità complessa come quella di Remo Gaspari, collocare la sua azione politica nel contesto storico e culturale della nascita e dellaffermazione della nostra Repubblica sono i pregi fondamentali di questo libro che anche attraverso laneddoto e la nota di colore cerca sempre di penetrare nel profondo dei sentimenti e delle ragioni. Dopo aver letto questa biografia ho la sensazione di conoscere meglio Remo Gaspari; sono convinto che questa sarà lopinione anche di altri numerosi lettori.

Per informazioni rivolgersi a:

Istituto di cultura politica Giuseppe Spataro”  – cellulare: +39 348 8286229 – email: segreteria.dibiase1@gmail.com