Roma: Da tutto il mondo per la Caritas diocesana

I volontari si dividono tra le mense per i poveri, le case famiglia di Villa Glori, i centri di accoglienza, gli ostelli.

60

Vengono da tutto il mondo i volontari che a luglio e agosto, si riversano su Roma per offrire il loro tempo a servizio delle realtà della Caritas diocesana. Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Puglia, Marche, Sicilia ma anche da Stati Uniti, Malta e Portogallo. Hanno tra i 16 e i 20 anni e mettono a disposizione dei poveri di Roma il loro tempo e la loro gioia di vivere.

I volontari si dividono tra le mense per i poveri, le case famiglia di Villa Glori, i centri di accoglienza, gli ostelli.

Per esempio don Gabriele, parroco a Travesio, nella diocesi di Concordia–Pordenone, viene a Roma con i ragazzi delle cresime fin dal 2008. Offrono il loro tempo alla mensa Caritas “Giovanni Paolo II” di Colle Oppio dove, ogni giorno, sono offerti circa 500 pasti nell’ora del pranzo. Lo ha intervistato il giornale diocesano Roma Sette: “Offrendo il loro aiuto a fare cose semplici, ricevono in cambio una grande soddisfazione ed è per questo che molti decidono di tornare”.