Sclerosi multipla: arriva un nuovo farmaco

Il Mavenclad, nome commerciale del farmaco, è stato ammesso proprio in questi giorni alla rimborsabilità dall’Agenzia italiana del farmaco.

416

Il nuovo medicinale permette di raggiungere fino a 4 anni di controllo della malattia a fronte di un massimo di 20 giorni di trattamento orale somministrato nell’arco dei primi 2 anni.

Il Mavenclad, nome commerciale del farmaco, è stato ammesso proprio in questi giorni alla rimborsabilità dall’Agenzia italiana del farmaco.

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune del sistema nervoso centrale che si stima colpisca circa 2 milioni e 300 mila persone nel mondo. La maggior parte ha un’età compresa tra i 20 e i 40 anni e l’85% dei malati è affetto da sclerosi multipla recidivante-remittente. Il nuovo farmaco presentato oggi a Milano da Merck combatte proprio questa forma di sclerosi multipla e promette di avere effetto a lunga distanza dall’assunzione.