Scoperto il difetto cellulare responsabile dell’atassia

A Torino è stato scoperto il meccanismo dell’atassia.

732

Una ricerca durata oltre 10 anni, compiuta da due gruppi di medici dell’Università di Torino guidati da Alfredo Brusco (Dipartimento di Scienze Mediche) e Filippo Tempia (Dipartimento di Neuroscienze Rita-Levi Montalcini) e del Nico (Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi), ha scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara forma ereditaria di atassia, una malattia che mina la facoltà di coordinazione inconscia operata dal cervelletto.

Nello specifico, studiosi e ricercatori torinesi sono riusciti a venire a conoscenza del meccanismo che causa la perdita della capacità motoria. Una terribile conseguenza visibile in malattie molto difficili da affrontare come il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson. Patologie sempre più diffuse e che colpiscono in maniera significativa gli anziani, che si trovano a fare i conti con problemi in grado di peggiorare notevolmente l’esistenza.