Slovacchia: Zuzana Caputova è la prima presidente donna

La Caputova, è soprannominata la Erin Brockovich slovacca

803

Zuzana Caputova è la prima presidente donna della Slovacchia: nel ballottaggio la 45enne europeista e liberal ha ottenuto il 58,4% dei voti contro il 41,59% del commissario europeo all’Energia Maros Sefcovic.

La Caputova, è soprannominata la Erin Brockovich slovacca per il suo impegno per la gente comune, è una madre divorziata con due figlie impegnata per l’ambiente (per 14 anni si è battuta contro una discarica illegale a Pezinok, fino alla sua chiusura) e con il nuovo compagno che è un coraggioso fotoreporter.

Ex vicepresidente del piccolo partito non governativo Slovacchia progressista, è entrata in politica nel 2017, dopo l’assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak e della sua compagna, per il quale un oligarca è stato arrestato come mandante pochi giorni fa.

Il successo della Caputova è ancor più significativo perché rompe il fronte sovranista, populista ed euroscettico nel Gruppo di Visegrad.