Spagna: Sanchez e Pablo Iglesias siglano un patto legislativo

“C'è una buona armonia, è un buon inizio, se riusciremo a metterci d’accordo, concluderemo la legislatura nel 2020"

245

Il premier spagnolo Pedro Sanchez e il segretario generale di Podemos, Pablo Iglesias, sono riusciti a concludere un preaccordo che dovrebbe permettere, entro la fine di ottobre, l’approvazione del Bilancio 2019 da cui dipende il destino dell’intera legislatura progressista che, in Parlamento, ha una risicatissima maggioranza formata dalla difficile coabitazione di diverse forze politiche spesso in contrasto.

Secondo quanto si apprende, Sanchez e Iglesias avrebbero siglato una sorta di patto legislativo incentrato su un pacchetto di misure che prevedono un forte aumento della spesa pubblica e che hanno lo scopo di invertire i tagli approvati dal Partito popolare (Pp) al mondo della scuola, riformare il sistema di tassazione per i lavoratori autonomi e per i meno abbienti, ridurre l’Iva sui beni di prima necessità, regolare il mercato degli affitti, aumentare le pensioni e riformare alcuni punti della politica estera.

“C’è una buona armonia, è un buon inizio, se riusciremo a metterci d’accordo, concluderemo la legislatura nel 2020”, ha detto Iglesias al termine di una riunione di due ore e mezza.