Togliamo di circolazione il contante: lavoce.info provvede a rilanciare un’idea più volte oggetto di polemica.

165

La fase espansiva della spesa pubblica e il Pnrr muovono molto denaro. E c’è il timore che le risorse vengano distratte dallinteresse della comunità. Potrebbe essere il momento per passare a un sistema di pagamenti intrinsecamente sicuro, quello digitale.

Cosa sono le innocenti evasioni? Sono le banconote di grosso taglio arrotolate nelle tasche, qualche scontrino dimenticato, qualche fattura gonfiata, qualche ora pagata fuori busta, un contratto improprio, magari un regalo per chiudere la pratica, una infedele dichiarazione per ottenere un bonus o il reddito di cittadinanza o una pensione dinvalidità, salire su un trabattello senza casco, guidare oltre i limiti, togliere un sistema di sicurezza per aumentare la produzione, linquinamento, labusivismo, i furbetti vari, accorgimenti per eludere il fisco, strane criptovalute.

Tutto qui? LIstat ha certificato in questi giorni che nel 2019 leconomia sommersa ha sottratto a tutti noi ogni anno 203 miliardi (l11,3 per cento del Pil) e 3,6 milioni di unità di lavoro standard. Per rendere lidea: il Piano nazionale di ripresa e resilienza vale 40 miliardi allanno e le persone in cerca di lavoro sono 2,6 milioni. Che potenziale sprecato. 

Lo stato contrasta il lavoro irregolare, leconomia sommersa (-4,3 per cento dal 2014) e lelusione attraverso attività ispettive (16 mila controlli fatti dalla Guardia di finanza negli ultimi 18 mesi), informatizzazione del fisco (fattura elettronica, tracciabilità), incrocio banche dati, introduzione di incentivi (lotterie degli scontrini, cashback), ritiro delle banconote da 500 euro, accordi internazionali (global minimum tax). 

Alberto Chiumento e Leonzio Rizzo richiamavano la necessità di evidenze per una seria valutazione del cashback. Dal Politecnico di Milano arrivano i primi dati: nei primi sei mesi 2021 le transazioni digitali sono aumentate del 41 per cento, passando a 3,2 miliardi, per un controvalore passato da 118 a 145 miliardi, 27 miliardi di base imponibile certa in più. Alla misura hanno aderito 9 milioni di cittadini e 6,1 milioni hanno raggiunto la soglia di 50 transazioni, ottenendo il bonus. Lo scontrino medio è sceso di 6 euro (da 51,7 a 45,7 euro): il pos è usato per le spese ordinarie.

Il denaro è una cosa sporca, almeno dal punto di vista sanitario. Così il Covid-19 ha dato unaccelerazione al processo di diffusione delluso di quello elettronico, contribuendo alla specifica transizione tecnologica e ribadendo come le persone siano pronte e favorevoli al cambiamento (Mandrone, 2015).

Tutto passa per uno scambio di denaro: lavoro, prestazioni, azioni, favori, sostanze, beni e servizi. Averne traccia è il maggior deterrente a qualsiasi abuso, piccolo o grande che sia. Come illustra il contributo di Leonzio Rizzo e Massimo Taddei, incentivare la moneta elettronica anziché elevare contravvenzioni, accertamenti o divieti conduce a un duplice risultato: recuperare risorse per la comunità e migliorare la giustizia sociale. Sembra esserci una relazione diretta e crescente tra economia sommersa e uso del contante.

Continua a leggere

https://www.lavoce.info/archives/90640/togliamo-di-circolazione-il-contante/