“Trasformazione digitale in comune”: parla Michele Bertola. A cura del prof. Limone.

2909

 

Intervista a Michele Bertola, direttore generale del comune di Bergamo, autore del volume Persone fuori dal comune. Storie di donne e di uomini che hanno provato a cambiare la pubblica amministrazione. E qualche volta ci sono riusciti”, Rubettino editore, 2022. 

 

Donato Limone

 

Cinquantatreesima uscita de “La Pa che Vorrei”, il talk settimanale condotto da Donato Limone, già Professore ordinario di informatica giuridica e direttore della rivista elettronica di diritto economia e management. Tema della puntata: “Trasformazione digitale in comune“.

 

Mercoledì 22 giugno alle ore 12 il prof. Limone ha intervistato Michele Bertola, direttore generale del comune di Bergamo, autore del volume “Persone fuori dal comune. Storie di donne e di uomini che hanno provato a cambiare la pubblica amministrazione. E qualche volta ci sono riusciti”, Rubettino editore, 2022.

 

Il volume non è un saggio, è una narrazione. Come scrive Fabrizio Barca nella prefazione:

“Sono storie calde, profondamente umane, di vittorie e sconfitte. Storie di Giulia, architetto e project manager, e Sebastiano, operaio elettricista, di Rossana e Edoardo, dirigenti, e di Letizia impiegata, di Lorenzo, Matilde, Matteo, Adele, e di altri ancora. Alle prese con i servizi essenziali della nostra vita. Dall’assistenza agli anziani al risanamento di un quartiere, dalla vigilanza urbana al reinserimento di ragazzi difficili, dall’accoglienza dei migranti ai servizi cimiteriali.

 

Le storie sono narrate a Cecilia, giovane funzionaria appena assunta, da una figura che quelle storie ha incrociato nella propria vita itinerante di ispettore della Ragioneria Generale, con il mandato di verificare l’aderenza degli atti amministrativi e contabili dei Comuni alle norme. Qui sta la “trovata” della cavalcata, in cui noi lettori assistiamo alla formazione di un nuovo quadro della PA da parte di un quadro alle soglie della pensione, che ha compreso nel profondo cosa va e cosa non va in quel mondo, i limiti profondi della propria stessa funzione di controllante delle procedure formali e come il “fattore umano” possa fare differenza. Con coraggio e ottimismo, egli sceglie di insegnare a Cecilia, attraverso quelle storie, come prestare prima di tutto attenzione al benessere ultimo dei cittadini serviti e dove siano i guasti del sistema.”

 

Il prezzo di copertina del volume è 15 euro e i diritti d’autore connessi alla vendita del testo sono totalmente devoluti al progetto di CESVI in Zimbabwe denominato Casa del Sorriso.

 

Per saperne di più

https://www.key4biz.it/la-pa-che-vorrei-intervista-a-michele-bertola-dg-del-comune-di-bergamo/407691/