Trasparenza sui prelievi dal Lago di Bracciano

Le istituzioni del Lago ribadiscono con forza l’importanza di mantenere lo stop ai prelievi finché tale livello non verrà raggiunto.

360

Nei mesi scorsi l’Ente Parco, le Istituzioni del Lago, i Comitati e le Associazioni del territorio hanno richiesto alla Regione Lazio la possibilità di installare un misuratore di portata dei prelievi d’acqua di Acea Ato 2 dal Lago di Bracciano.
L’Ente Parco, incaricato dalla Regione delle attività di controllo, il prossimo 22 marzo nel corso di un’assemblea pubblica presenterà alla cittadinanza il nuovo misuratore installato nei mesi scorsi presso il Nuovo Acquedotto di Bracciano in loc. Marmotta e che sarà fruibile online sul sito del Parco, www.parcobracciano.it.

Questo importante risultato è stato possibile solo grazie al convinto e tempestivo intervento della Regione Lazio.

Ad un anno e mezzo dallo stop del prelievo (13 settembre 2017), il lago di Bracciano, trovandosi oggi a -146cm ha recuperato circa 35cm e continuerà a recuperare presumibilmente fino ad inizio giugno. Nel rispetto delle previsioni degli esperti, ci vorrà ancora qualche anno prima che ritorni al suo livello di equilibrio naturale, motivo per il quale le istituzioni del Lago ribadiscono con forza l’importanza di mantenere lo stop ai prelievi finché tale livello non verrà raggiunto.