UE: proteggere i diritti umani dei migranti, per prevenire pericolosi viaggi irregolari

“L’Unione europea ribadisce – in tale occasione – il suo impegno costante per proteggere i diritti umani dei migranti, per prevenire pericolosi viaggi irregolari e assicurare invece opportunità per percorsi legali e sicuri”.

646

La storia dell’umanità è una storia di migrazione. Per migliaia di anni le persone sono emigrate da un luogo all’altro, per una serie di motivi, e continuano a farlo: oggi ci sono 258 milioni di migranti internazionali in tutto il mondo”. Lo si legge in una dichiarazione congiunta della Commissione europea e dell’Alto rappresentante per la politica estera in occasione della Giornata internazionale dei migranti che si è celebrata ieri.

“L’Unione europea ribadisce – in tale occasione – il suo impegno costante per proteggere i diritti umani dei migranti, per prevenire pericolosi viaggi irregolari e assicurare invece opportunità per percorsi legali e sicuri”. Per fare questo, “stiamo lavorando con tutti i nostri partner in tutto il mondo: Paesi di origine, transito e destinazione e organizzazioni internazionali”. La migrazione “richiede alleanze cooperative globali: nessun Paese può affrontare la migrazione da solo, né in Europa né altrove nel mondo. Questo è il messaggio principale del Global Compact per la migrazione sicura, ordinata e regolare, che fornirà il quadro globale per migliorare la gestione della migrazione. Lavorando insieme, nello spirito di una responsabilità condivisa, possiamo trasformare la migrazione da una sfida comune in un’opportunità condivisa”.